1 c.png
2c.png
3c.png
4c.png

Lele loved giving his friends and family small, personal gifts. Other than new years cards he also gave prints and ceramics for birthdays and other special events, and sometimes, for no reason at all. In the family home in Genova, he decorated one of the garden’s walls with ceramic tiles he made himself. For the birth of his nephew Gadi, he made a small ceramic cup decorated by him, and when Gadi and his wife moved to their new home, he gave them a very beautiful print. Gabriella’s other son, Raffi, and his wife, love cycling, so Lele gave them a print of a family of Pulcinellas riding together.

Lele amava fare  regali alla famiglia ,agli amici e ai conoscenti: oltre agli auguri di Capodanno, regalava stampe, disegni e lavori in ceramica in occasione di compleanni ed avvenimenti importanti, e anche così, perchè gli faceva piacere. Nella casa della sua famiglia,  a Genova , decorò in giardino un muro con delle  piastrelle di ceramica dipinte in occasione della nascita del nipote Gadi, figlio di Gabriella, a cui fece anche un bicchiere di ceramica con dedica. Quando poi Gadi e sua moglie si trasferirono nella casa nuova, fece loro uno stupendo disegno di una figura splendidamente vestita su di un cocchio tirato da due cavalli.

Rafi, il secondo figlio di Gabriella, e sua moglie  adorano andare in bicicletta, e a loro Lele ha regalato  l'immagine di una famiglia di piccoli Pulcinella che pedalano con gioia su un'unica  bicicletta. Pulcinella è un personaggio comico proveniente dalla commedia dell'arte, una specie di pagliaccio sciocco e assurdo. Lele era innamorato di questo personaggio, che ritorna spesso nelle sue opere.

A painting Lele gave Gadi and Jeanin on the occasion of moving to their new home .
DSC_8313.jpg
Fernanda Luzzati, in the family home in Genova.
DSC_8384-2.png
DSC_8388-2.png
OrenLirazLeleAtApartmentViaCaffaro-Enhan
Lele, Oren and Liraz in Lele's home in Genova.
DSC_8423-2.png
doll.png
doll 2.png
Ceramic dolls, the 1960's. Courtesy of Gadi and Jeanine Hadar.
DSC_8316.jpg
IMG_2573.png
A decorative plate Lele made in honor of Noemi Tedeschi's wedding to Joel Blanket, 1977. 

Among the many gifts Lele gave, perhaps the most touching and unique is the one he made for Noemi Tedeschi- a Ketubah for her wedding to Joel Blamket. The Ketubah (marriage contract) is decorated in Lele’s recognizable style and reinterpret the long and rich tradition of Italian Jews in decorating Ketubahs. The contract is decorated with flowers and birds and even a Hamsa (hand)- a symbol of good luck. At the top of the contract, two figures, a man and a woman, perhaps Noemi and Joel themselves, looking at each other. The figures are set in an architectural motif that resembles old Jerusalem where the couple still live today.

Tra i doni fatti da Lele negli anni, forse il più particolare è la ketubah regalata a Noemi Tedeschi, figlia di sua cugina,in occasione delle sue nozze con Joel Blankett. La ketubah è illustrata nel noto stile di Lele, e comprende molti degli elementi che caratterizzano la sua opera, insieme ad elementi che caratterizzano la ricca tradizione delle ketuboth decorate italiane. Questa ketubah è adornata da fiori e uccelli e da una grande "hamsa" di buon augurio, nella parte inferiore. Nella parte superiore, due personaggi, forse i due sposi,  si guardano, affacciati a due finestre , tra edifici che ricordano un pò le case di Gerusalemme, con le sue cupole e le sue finestre arrotondate.

כתובה-11.png
A Ketubah made for the wedding of Noemi Tedeschi to Joel Blanket, 1977. 

Click on the images to continue discovering Dod Lele's world

DSC_8476.png